Gratuito!Spedizione gratuita per ordini superiori a € 50!
Prima che ti dedichi al anti-età

Dopo aver trovato piccole rughe intorno agli occhi, inevitabilmente iniziamo a cercare prodotti per la pelle anti-età. Ma cosa succederebbe se dicessimo che potresti rallentare l'invecchiamento della pelle solo seguendo una semplice routine?


Cosa sono i raggi UV e cosa causano al nostro corpo?


Esistono due tipi di raggi UV, li chiamiamo:

  • UV-A (i più importanti per l’abbronzatura )
  • UV-B (i più aggressivi ai quali si imputano gli arrossamenti)

Quest'ultimo è quello che può farti scottare dopo aver passato troppo tempo in spiaggia.Quando le persone applicano la protezione solare prima di andare in spiaggia - evitare le scottature è il loro obiettivo principale. 

Ma c'è un altro tipo di raggi ultravioletti: gli UV-A .Questi raggi non fanno alcun danno visibile alla pelle. Ma è per questo che sono particolarmente pericolosi: il danno che causano è difficile da notare all'inizio.Questi raggi sono il motivo per cui la pelle invecchia più velocemente, inoltre possono causare il cancro della pelle. Ecco perché l'industria dei prodotti per la cura della pelle ha sviluppato una varietà di filtri solari - le sostanze che possono riflettere o assorbire e disattivare i raggi UV.


Tipi di UV


I filtri solari possono essere fisici, funzionano come minuscoli specchi e riflettono i raggi UV. Quelli più utilizzati in questo gruppo sono il biossido di titanio e l'ossido di zinco.Sono semplici, efficaci, ma possono causare sfoghi se la tua pelle è incline all'acne. Sono anche piuttosto spessi e talvolta possono essere visibili sulla pelle.

Il tipo chimico di filtri solari assorbe i raggi UV e li blocca in modo che non danneggiano le cellule della pelle. Sono molto più comodi da applicare e non rappresentano alcun rischio per chi ha la pelle grassa e a tendenza acneica. Tuttavia, molte persone hanno paura quando vedono ossibenzone, ottinoxato o octocrylene nell'elenco degli ingredienti - naturalmente, se non hai una laurea in chimica, il nome di una sostanza suona spaventoso. Non siamo qui per schierare nessuno, vogliamo solo sottolineare che dovresti applicare la protezione solare all'aperto, fisica o chimica, a seconda di quale preferisci.


Vitamina D 

Alcune persone potrebbero dire che il sole è fondamentale per noi e il solo fatto che ci abbronziamo quando esposti ai raggi del sole parla a favore. Ma l'abbronzatura è il modo in cui la pelle si protegge dai raggi nocivi. Ma per quanto riguarda la vitamina D, ne abbiamo bisogno e viene sintetizzata naturalmente nelle nostre cellule quando sono esposte ai raggi UV. Prima di tutto, dovremmo dire che la pelle abbronzata forma quantità minori di vitamina D.In secondo luogo, non è necessario prendere il sole su una spiaggia per ottenere la tua parte di questa vitamina solare, 15 minuti di esposizione alla luce solare tre volte a settimana è sufficiente. 


SPF non solo in estate!


Potrebbe sembrare che tu abbia bisogno di una crema solare solo quando prendi il sole e ti godi la vacanza al mare. Ma il fatto è che i raggi UV sono ovunque, e anche se il tempo è cupo e il cielo è nuvoloso, hai ancora le tue parti delle radiazioni che invecchiano. Di solito, non puoi scottarti in inverno, ma ciò non significa che i raggi UV non attaccano le cellule della pelle. Proteggere la giovinezza e la salute della tua pelle è più facile che cercare di recuperarla con iniezioni e altre manipolazioni.


  • Aug 12, 2020
  • Categoria: Blog
  • Commenti: 0
Lascia un commento
Carrello della spesa
0

Nessun prodotto nel carrello.